Vivere il momento presente

Oggi per guidare andando verso la coop ho notato e mi sono concentrato su di un particolare che mi ha affasciato molto e mi ha allo stesso tempo reso perplesso. Stavo guidando in sovrappensiero , e stavo pensando non al fatto che dovevo andare a fare la spesa o a concentrarmi sul guidare ma a cosa dovevo fare dopo . Mi sono reso conto che noi ( o almeno io ) non vivo mai nel momento presente , e cosa vuol dire questo ? Vuol dire non portare la mente sullo sguardo interiore del qui e ora ( parole che si , avrete già risentito e risentito ma che io vi ripeto ) , vuol dire che non mi stavo concentrando sulla cosa principale in quel momento, guidare. Non che fosse sbagliato guidare in sovrappensiero certo , ma a volte , se si pensa a quello che faremo dopo e non si vive il momento presente la nostra mente , soprattutto per le persone ansiose , diventa come un vulcano in eruzione . I pensieri eruttano come lava , e vanno dappertutto , diventano veloci e inafferrabili , tipo ieri sera . Avevo dei flashback incontrollabili e incontrollati che , come immagini e come un fiume in piena mi invadevano la mente. Flashback di quando mio padre ha avuto l’ictus e l’ho trovato nel letto che non riusciva a parlare , con la bocca storta e gli occhi semisbarrati .Questa immagine di mio padre , mi invadeva la mente , e non riuscivo a mandarla via , sentivo quasi il bisogno fisico di farmi del male ! Per fortuna mi sono ripetuto almeno cento vote come un mantra di calmarmi , poi il tutto è passato , anche piuttosto serenamente . Se fossi stato abituato più a vivere il momento presente e la concezione del mio corpo ,a portare il focus sul respiro questo magari non mi sarebbe accaduto , perchè era tutta la giornata di ieri che facevo costrutti negativi di fantasia , che come una catena mi hanno portato ad avere quei flashback durante la serata . Se sarei intervenuto prima con questi tipi di esercizi con la consapevolezza di me stesso , attraverso me stesso , non mi sarebbe successo . Ma non ho rimpianti di questo , perchè so che molto lo devo imparare , e la strada è ancora lunga. Noi percepiamo il nostro corpo e ci identifichiamo con esso solo attraverso le emozioni , quando proviamo caldo freddo , e quando ci fa male qualcosa di esso , ma dovremmo imparare a sentirlo anche quando ci sentiamo in uno stato “normale” , perchè il nostro corpo non è scollegato dalla mente , lo dobbiamo sentire percepire e volergli bene , finche siamo su questa terra .

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...